Questo libro, semplice e relativamente breve, nasce dal desiderio di comunicare il messaggio del Vangelo, in particolare alle persone che non hanno fatto la personale esperienza dell’incontro con Cristo o a quelle che da poco hanno intrapreso un cammino di fede.

Di solito la gente, soprattutto nel contesto italiano, è carica di pregiudizi e luoghi comuni rispetto al Vangelo e alla figura di Gesù Cristo.

L’associazione automatica, di solito, è la seguente: Vangelo uguale religione, cioè noia, doveri, prescrizioni, divieti, proibizioni e soprattutto teoria, idealismo, scarsa aderenza con la realtà.

Il cristianesimo è visto e vissuto ancora come un sistema di credenze, riti, comportamenti, valori morali e dottrine, insomma una religione la cui pratica consente di avvicinarsi ad un Dio percepito lontano e spesso molto esigente.

Per questo, con semplicità e rispetto, ho desiderato proporre al lettore un’alternativa a questo pensiero dominante, ponendo un interrogativo: il Vangelo ci rivela una religione da praticare o una relazione da sperimentare, proprio con Dio?

Dopo aver condiviso brevemente la mia esperienza personale, parlo del “cristianesimo-religione” e del “cristianesimo-relazione”, toccando temi come la legge, il legalismo, il rapporto tra l’uomo e Dio e il carattere di Gesù Cristo, che ci rivela la vera natura di Dio.

Mi soffermo poi sul “cuore del cristianesimo”: l’amore incondizionato di Dio; un amore che è in grado di “conquistare” l’uomo rendendolo consapevole, al contempo, del proprio valore ma anche della condizione di bisogno in cui si trova.

Di conseguenza affronto il tema della redenzione, spiegandone motivazioni, finalità e conseguenze.

Infine, qualche accenno al concetto di chiesa, anche qui attraverso un confronto tra due modi di concepirla: istituzione formale, rigida e autoreferenziale o corpo vivente, in relazione con Dio, composto da persone che si amano e sono unite in Cristo?

Le considerazioni fatte in questo scritto hanno, quindi, l’obiettivo di accompagnare il lettore in un breve viaggio alla scoperta dell’amore di Dio, manifestatosi attraverso il sacrificio di Cristo.

Per questo, il libro rappresenta sicuramente uno “strumento di evangelizzazione” a disposizione della chiesa. I credenti, infatti, possono donarlo alle persone che si avvicinano alla fede o ad amici e parenti, anche in occasione di incontri o serate speciali.

Tuttavia è indirizzato anche ai credenti, i quali potranno possono rivisitare l’ “abc” della fede, cioè quelle verità che, lungi dall’essere elementari e riservate ai soli “bambini spirituali”, sono la base e il fondamento per una vita cristiana vera e felice.

 

Nicola Giammaria ha 40 anni, vive a Potenza. E’ uno dei responsabili della Chiesa Cristiana Evangelica “Grazia e Verità” di Potenza. È sociologo e vice presidente di Adolescenti d’Oggi – associazione di volontariato cristiana che opera nel settore degli di adolescenti e dei giovani da circa 20 anni.