Il verso di una canzone inglese che conosco cita “Il Tuo amore ha salvato la mia vita!” Personalmente per me è una grande verità. Ho sperimentato personalmente che il Suo amore ha salvato e cambiato la mia vita.

Non ho un passato difficile. Non ho avuto esperienze tragiche nella mia vita. Non mi trovavo nel baratro quando ho conosciuto Dio. Nulla di tutto questo.

Sono nata e cresciuta in una bella famiglia cristiana, ho avuto un”infanzia tranquilla, un”adolescenza serena, mi sono sposata giovane con un uomo meraviglioso. Alcuni forse potrebbero domandarsi perchè mai il Suo amore abbia salvato la mia vita.

Pur avendo conosciuto personalmente Gesù all’età di 13 anni ad un campeggio per ragazzi organizzato da adolescenti d’oggi, la mia relazione con Lui era fondamentalmente caratterizzata da una cosa: il senso di colpa. Quando penso a come era la mia relazione con Dio prima che avessi una reale e profonda comprensione del Suo incredibile amore per me, questo è il sentimento costante che lo caratterizzava. Questo mi teneva a debita distanza da Lui perchè mi sentivo mancante e non all”altezza e costantemente inadeguata. Quando sbagliavo anziché correre da Lui mi allontanavo da Lui. Nonostante in me ci fosse un desiderio sincero e reale di conoscerlo di più e di servirlo con tutto il cuore avevo sempre questa sensazione di inadeguatezza che condizionava la mia vita.

Insicura dell”amore di Dio per me, ero insicura anche nella vita.

Dovendo descrivere la sensazione che provavo forse quella che gli si avvicina di più è che non mi sentivo libera. Avevo Gesù nel mio cuore eppure stavo sopravvivendo, non vivendo quella vita straordinaria che Dio aveva per me.

Qualcosa è iniziato a cambiare quando ho sentito qualcuno che mi ha detto che Dio non solo mi ama, ma che io gli piacevo! Questa era nuova. Intellettualmente ho sempre saputo che Dio mi ama, me lo avevano detto da quando ero piccola, ma questa era rimasta una verità intellettuale, non avevo mai compreso fino in fondo l’entità, la profondità, l’altezza, la grandezza di questo amore che per di più è anche senza condizioni. Erroneamente avevo sempre creduto che Dio mi ama PERO” … dovevo pregare, leggere la Bibbia, fare questo, fare quest’altro e NON fare quello o quell’altro. Poi Dio mi ha detto che gli piacevo pure! Ed io che pensavo che per piacere a Dio dovevo FARE!

Sperimentare il Suo amore, la Sua grazia e sapere con assoluta certezza che per il solo fatto che credevo in Gesù io piacevo a DIO ha stravolto la mia vita … ha salvato la mia vita. Il senso di colpa si è dileguato, ora mi sento davvero libera ed ho spiccato il volo come una farfalla. Ora faccio le stesse cose che facevo prima, ma la motivazione è del tutto diversa. Ora prego come facevo prima, ma lo faccio con gioia sapendo che anche se non lo faccio alle 6 del mattino per almeno un”ora, Papà è contento lo stesso – a Lui basta sentire la mia voce. Ora leggo, ma non per fare un piacere a Dio, ma a me stessa perché mi sono accorta di come le parole contenute nella Bibbia siano spirito e vita e di come esse abbiano la capacità di cambiarmi senza sforzo. Ora , come prima…, sbaglio ma invece di correre lontano da Lui corro da Lui perché so che il Suo è un trono di Grazia e non di condanna!

Ho compreso di essere amata, accettata e questo mi ha dato la forza e il coraggio di fare cose che prima non avrei mai creduto possibili. Ora sono in grado di fare quello che Dio mi ha chiamato a fare perché sono consapevole che Lui mi ama, mi ha reso capace e all’altezza.

Comprendere e sperimentare il Suo incredibile amore ha salvato la mia vita. Se Dio non mi avesse rivelato questo amore ora vivrei ancora sotto il peso del senso di colpa e non sarei di certo dove sono ora.

Ora ho iniziato a vivere quella vita abbondante che Gesù vuole che ognuno di noi abbia (Giovanni 10:10) … nulla porta più soddisfazione e più gioia nella vita!

La mia preghiera è che “Cristo abiti nei vostri cuori per mezzo della fede, affinché, radicati e fondati nell”amore, possiate comprendere con tutti i santi quale sia la larghezza, la lunghezza, la profondità e l”altezza, e conoscere l”amore di Cristo che sopravanza ogni conoscenza, affinché siate ripieni di tutta la pienezza di Dio”.

Che possiate anche voi conoscere per esperienza l”amore di Cristo – la sua larghezza, lunghezza, profondità ed altezza perché sono certa che il Suo amore può salvare e stravolgere anche la vostra vita.

Rosemarie